Centro Psiche Donna > Il Centro

Il Centro

L’esigenza di creare un ambulatorio “ad hoc” per i disturbi psichiatrici ed in particolar modo per i disturbi affettivi durante specifiche fasi del ciclo vitale di una donna, è sostenuta dall’evidenze scientifiche, epidemiologiche e cliniche che confermano una maggiore possibilità di ammalarsi di depressione nelle donne che in post-partum o in perimenopausa mostrano una particolare vulnerabilità ormonale.

Nato a Milano nel dicembre 2004 c/o l’Ospedale Macedonio Melloni ( Azienda Ospedaliera Fatebenefratelli) il Centro ambulatoriale si occupa esclusivamente di disturbi psichiatrici comparsi durante la gravidanza, il post-partum e la perimenopausa.
Il Centro si occupa di prendere in cura le pazienti attraverso un progetto terapeutico proposto e condotto da specialiste psichiatre e psicologheaperto non solo alle problematiche cliniche ma anche alla gestione di quegli elementi ritenuti a rischio per lo sviluppo e l’aggravarsi della patologia depressiva.

Contatti

Il Centro è situato c/o l’Ospedale Macedonio Melloni in via Melloni 52 Milano.

Il Centro è situato al piano terreno di una villetta sita nel cortile interno del Presidio Ospedaliero dedicata alle mamme ed al loro bambino. Gli ambulatori dedicati sono tre confortevoli locali dipinti di rosa.
E’ sovrazonale.

Aperto dalle 9.00 alle ore 16.30.

Si accede attraverso un appuntamento che viene fissato anche telefonicamente c/o la nostra Segreteria aperta tutti i giorni dalle ore 9.00 alle ore 12.00.

La prima visita è sempre effettuata da una Dottoressa Medico-Psichiatra che rimarrà il medesimo curante di riferimento per tutto l’iter diagnostico e terapeutico.

Si accede con impegnativa SSN.

02.6363.3313

Perchè il centro

I continui progressi conseguiti nel campo della medicina, della genetica e delle neuroscienze mostrano con sempre maggiori evidenze, la necessità di riconoscere la differenza di genere al fine di orientare e personalizzare al massimo la prevenzione e le cure.

In medicina ancor oggi si tende ad equiparare il funzionamento del corpo maschile a quello femminile negando di fatto numerose evidenze di diversità biologica (apparato cardiovascolare, metabolico oltre ovviamente a quello riproduttivo).

Doppio lavoro, stress, propensione tipicamente femminile ad occuparsi prima delle necessità degli altri che delle proprie e minore potere sociale ed economico agiscono sfavorevolmente sulla salute delle donne. Altri fattori stressanti frequenti della vita della donna, come il maltrattamento in famiglia e una violenza subita (abusi, molestie) sono condizioni che pesano fortemente sul carico di disabilità femminile.

Le donne vivono più degli uomini ma peggio: alcune malattie hanno infatti una incidenza e una prevalenza maggiore nel femminile; altre colpiscono esclusivamente le donne che vengono poi curate con farmaci non sempre specificatamente testati su di loro.

Diverse patologie psichiatriche si manifestano nel sesso femminile con una prevalenza superiore a quella maschile. I dati epidemiologici mostrano per la Depressione Maggiore una prevalenza doppia nella donna (10.2%) rispetto all’uomo (5.2 % ) analoghe differenze di genere sono riscontrabili anche nella Distimia, nei Disturbi Bipolare, nei Disturbi Affettivi Stagionali e nei Disturbi d’Ansia.

I disturbi dell’umore sono una patologia in crescente aumento tanto che l’Organizzazione Mondiale della Sanità stima che nel 2010 un adulto su tre soffrirà di tale patologia e che la depressione sarà al secondo posto dopo i disturbi cardiovascolari per prevalenza.

I disturbi affettivi e di ansia durante specifiche fasi del ciclo vitale di una donna, quali il giungere del menarca, la gravidanza, il post-partum e l’ingresso alla menopausa evidenziano come una specifica vulnerabilità biologica ed ormonale diventino un sottile filo conduttore nell’eziopatogenesi delle patologie psichiatriche, di genere femminile.

Alla luce di queste evidenze diventa doveroso imparare a costruire una mentalità ed un approccio alla salute diversificato, capace di apprezzare e modularsi sulle differenze di genere per costruire percorsi di cura sempre più personalizzati ed efficaci.

Lo Staff

La presenza di un’ équipe esclusivamente femminile permette alle pazienti di trovare una comprensione attenta ed empatica alla sintomatologia depressiva che corre in quelle specifiche fasi di vita (gravidanza, post-partum, perimenopausa)che caratterizzano solo l’esistenza di una donna.

Medici psichiatri:
Primario Dott. Claudio Mencacci
Responsabile del Centro Dott.ssa Roberta Anniverno
Dott.ssa Monica Bonfiglio, Dott.ssa Veronica Ferrari, Dott.ssa Eleonora Gimosti, Dott.ssa Marzia Perazzi, Dott.ssa Francesca Regispani

Psicologhe:
Dott.ssa Alessandra Bramante, Dott.ssa Maura Crivellenti, Dott.ssa Laura Duranti, Dott. Greta Petrilli, Dott.ssa Lucia Reina, Dott.ssa Giovanna Rizzi, Dott.ssa Claudia Sosio, Dott.ssa Manuela Testa, Dott.ssa Gabriella Fantini